Concorso “CALL TO ACTION PER LA SOSTENIBILITÀ”
Premiazione vincitori il 27 Maggio 2021 alle 10.30

SALUTE E BENESSERE

L’acqua è essenziale per la nostra sopravvivenza, possiamo non mangiare per un giorno intero ma non possiamo non assumere liquidi; siamo infatti composti d’acqua per circa il 60% del nostro peso corporeo.

In vista delle stagioni e dei mesi più caldi dell’anno è importante comprendere come eliminiamo l’acqua e perché rischiamo di disidratarci facilmente.

Eliminiamo l’acqua attraverso le urine e il sudore ma principalmente e costantemente attraverso la respirazione e l’evaporazione cutanea.

L’acqua è alla base della piramide alimentare. È quindi essenziale, per il nostro benessere, ottenere e mantenere l’equilibrio idrico e bastano alcuni piccoli accorgimenti come per esempio:

– bere 2 bicchieri d’acqua prima di ogni pasto e 1 bicchiere prima di ogni spuntino;

– bere 1/2 lt d’acqua prima dei pasti è un’indicazione per migliorare la digestione per chi soffre di reflusso gastroesofageo;

– tenere sempre una borraccia d’acqua da consumare durante la giornata, posizionarla per esempio sulla scrivania o tenerla sempre dentro la borsa in modo da avere il ricordo visivo;

– idratarsi senza aspettare lo stimolo della sete;

– bere infusi e tisane durante la giornata.

Body and water set with water functions symbols flat isolated vector illustration

È utile ricordare che il caffè, il vino e gli alcolici disidratano, pertanto quando si consumano è bene aumentare l’assunzione d’acqua. Si dovrebbe bere un bicchiere d’acqua ogni bicchiere di vino consumato e un bicchiere di acqua ogni caffè assunto.

Lo stimolo della sete si genera a livello cerebrale ed è proporzionale al fabbisogno dell’organismo, ma spesso lo ignoriamo. Per evitare la disidratazione, il consiglio è di avere l’abitudine di bere durante la giornata anche se non ci si accorge di avere sete. Per esperienza personale, man mano che ci si abitua a bere si impara a riconoscere lo stimolo della sete.

Ricordiamoci che è difficile rischiare di iperidratarsi in quanto i nostri reni eliminano facilmente l’acqua in eccesso. Una quantità eccessiva d’acqua però, senza la corretta integrazione di sali minerali, può essere nociva per l’organismo sano. I sali minerali quali Sodio e Potassio sono essenziali per mantenere equilibrio idrolitico. Si raccomanda comunque di non esagerare, il consiglio è quello di assumere 1,5 lt d’acqua al giorno. Nell’adulto e nell’anziano i fabbisogni d’acqua sono differenti e devono seguire le raccomandazioni del medico curante. A oggi alcuni medici di base prescrivono la quantità e la tipologia di acqua da assumere.

Quali acque scegliere?

I differenti tipi di acqua si distinguono principalmente per i sali minerali presenti e in quali quantità, l’ideale sarebbe di poter scegliere in accordo con il proprio medico, la scelta consigliata è quindi soggettiva e dipende dallo stato di salute, dall’età, dall’attività fisica praticata e dai fattori ambientali.

Le acque dell’acquedotto hanno diverse provenienze, subiscono un processo di purificazione e potabilizzazione e devono rispettare le normative di sicurezza per il consumatore.

Le acque minerali in bottiglia devono essere a norma di legge e rispettare le indicazioni del Ministero della salute. Presentano anch’esse un’etichetta che, esattamente come per gli altri alimenti, rappresenta la carta d’identità del prodotto.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

ARTICOLI CORRELATI

Alimentazione

SOSTENIBILITÀ A TAVOLA

Secondo le linee guida della sana alimentazione del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, la dieta mediterranea è un esempio di dieta sostenibile. Infatti

LEGGI TUTTO »
Acqua

L’ACQUA NELL’ALIMENTAZIONE

L’acqua è essenziale per la nostra sopravvivenza, possiamo non mangiare per un giorno intero ma non possiamo non assumere liquidi; siamo infatti composti d’acqua per

LEGGI TUTTO »
Alimentazione

IL PIATTO SOSTENIBILE

Come in cucina si possano incontrare la salute e l’ecologia. Questo libro nasce dalla collaborazione tra Luciana Baroni, medico, la cui attività pionieristica iniziata circa

LEGGI TUTTO »