CONCORSO “CALL TO ACTION PER LA SOSTENIBILITÀ 2022”
Evento di premiazione il 27 Maggio 2022 dalle 10:00 

CITTADINANZA CONSAPEVOLE

PARITÀ – IL TEMA DELLE ATTIVITÀ DELLA COMMUNITY

TERZO BIMESTRE: FEBBRAIO – MARZO 2022

LE ATTIVITÀ DEVONO ESSERE CONSEGNATE ENTRO LE ORE 17.00 DEL 28 MARZO 2022

La parola chiave per le attività del terzo bimestre è PARITÀ.

Cosa si intende per parità?

Secondo Treccani, parità (dal latino paritas) si riferisce al rapporto di uguaglianza o di equivalenza fra due o più cose: di grado, di diritti fra i cittadini, di genere, di trattamento, di condizioni, di voti.

La parità nella Costituzione

Articolo 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Il primo comma si riferisce all’uguaglianza in senso formale, il secondo al senso sostanziale.

Infatti evidenzia l’obiettivo della rimozione degli «ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese».

Articolo 39

La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l’adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione.

La legge stabilisce il limite minimo di età per il lavoro salariato.

La Repubblica tutela il lavoro dei minori con speciali norme e garantisce ad essi, a parità di lavoro, il diritto alla parità di retribuzione.

Articolo 51

Tutti i cittadini dell’uno o dell’altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge. A tale fine la Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunità tra donne e uomini.

La legge può, per l’ammissione ai pubblici uffici e alle cariche elettive, parificare ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica.

Chi è chiamato a funzioni pubbliche elettive ha diritto di disporre del tempo necessario al loro adempimento e di conservare il suo posto di lavoro.

Articolo 117

Le leggi regionali rimuovono ogni ostacolo che impedisce la piena parità degli uomini e delle donne nella vita sociale, culturale ed economica e promuovono la parità di accesso tra donne e uomini alle cariche elettive.

La parità nell’Agenda 2030

Obiettivo 5: Raggiungere l’uguaglianza di genere e l’autodeterminazione di tutte le donne e ragazze

L’obiettivo 5 mira a ottenere la parità di opportunità tra donne e uomini nello sviluppo economico, l’eliminazione di tutte le forme di violenza nei confronti di donne e ragazze (compresa l’abolizione dei matrimoni forzati e precoci), riconoscere e valorizzare la cura e il lavoro domestico, l’uguaglianza di diritti a tutti i livelli di partecipazione in ambito politico, economico e della vita pubblica.

Se l’obiettivo 5 è incentrato sulla parità di genere, il tema dell’uguaglianza, non solo di genere, è trasversale a tutta l’Agenda 2030.

Obiettivo 10: Ridurre le disuguaglianze all’interno dei e fra i Paesi

Le disuguaglianze globali sono molto ampie e rappresentano uno dei maggiori ostacoli allo sviluppo sostenibile e alla lotta contro la povertà. Negli ultimi anni in molti Paesi le disuguaglianze sono aumentate. Esse limitano le possibilità di alcuni settori della società di partecipare alla vita sociale, culturale, politica ed economica e di apportare un contributo utile.

Pertanto l’obiettivo 10 è incentrato sulla riduzione delle disuguaglianze all’interno degli Stati e tra gli Stati stessi.

Entro il 2030 tutti dovranno avere diritto all’empowerment e l’inclusione sociale, economica e politica dovrà essere promossa. Le pari opportunità dovranno essere garantite eliminando leggi, politiche e pratiche discriminatorie.

Dovranno essere agevolate una migrazione e una mobilità ordinate e sicure, tra l’altro mediante una politica responsabile in materia di migrazione.

I Paesi in via di sviluppo dovranno godere di una rappresentanza migliore nelle istituzioni economiche e finanziarie internazionali e avere maggiori opportunità di esprimere il proprio parere nei processi decisionali.

Obiettivo 3: Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età

Per raggiungere lo sviluppo sostenibile è fondamentale garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età.

Entro il 2030, occorre ridurre il tasso di mortalità materna, porre fine alle morti prevenibili di neonati e bambini sotto i 5 anni di età, porre fine alle epidemie di AIDS, tubercolosi, malaria e malattie tropicali trascurate, garantire l’accesso universale ai servizi di assistenza sanitaria sessuale e riproduttiva, inclusa la pianificazione familiare, l’informazione, l’educazione e l’integrazione della salute riproduttiva nelle strategie e nei programmi nazionali, sostenere la ricerca e lo sviluppo di vaccini e farmaci per le malattie trasmissibili e non trasmissibili che colpiscono soprattutto i paesi in via di sviluppo, fornire l’accesso a farmaci e vaccini essenziali ed economici.

https://www.zanichelli.it/download/media/j59p/10inparita_Agenda2030_obiettivo_5.pdf

Il raggiungimento dei 17 obiettivi per uno sviluppo sostenibile richiede, allo stesso modo ai paesi industriali e in via di sviluppo, di non tralasciare nessuno nello sviluppo globale.

L’Agenda 2030 riconosce Convenzioni internazionali come la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità e si oppone alla discriminazione di ogni tipo.

L’Agenda 2030 definisce anche che, in situazioni di emergenza, le persone particolarmente in pericolo, per esempio le persone disabili, necessitano di aiuto in modo prioritario.

Ben otto obiettivi sostenibili (1, 2, 4, 6, 8,10,11, 17) contengono riferimenti a persone con disabilità, menzionate in modo esplicito o come parte di persone particolarmente vulnerabili.

La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità approvata dalle Nazioni Unite ricopre ogni settore di vita: dal diritto alla salute e formazione fino alla partecipazione culturale e politica. La Convenzione non definisce nuovi diritti, ma specifica diritti umani già esistenti più precisamente per persone disabili.

Gli Stati che hanno ratificato la Convenzione devono vietare ogni forma di discriminazione fondata sulla disabilità e garantire alle persone con disabilità uguale ed effettiva protezione giuridica contro ogni discriminazione qualunque ne sia il fondamento.

Le attività proposte nella community aiuteranno ad affrontare le problematiche legate alla parità da diversi punti di vista e a valorizzare il lavoro collaborativo fra studentesse e studenti, nel rispetto delle idee e del contributo di ciascuno.

Nel Regolamento della Community sono evidenziate le ricorrenze di giornate mondiali, internazionali e nazionali che offrono lo spunto per approfondire temi facilmente riconducibili agli SDGs dell’Agenda 2030 e agli articoli della Costituzione.

5 febbraio: Giornata contro lo Spreco Alimentare – 8 febbraio: Safer Internet Day – 11 febbraio: Giornata Internazionale per le Donne e le Ragazze nella Scienza -18 febbraio: Giornata Internazionale del Risparmio Energetico -8 marzo: Giornata della Donna – 14 marzo: Giornata Internazionale della Matematica (Pigreco Day) – 18 marzo: Giornata Mondiale del Riciclo –  21 marzo: Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno in Ricordo delle Vittime delle Mafie – 21 marzo: Giornata Internazionale delle Foreste –  21 marzo: Giornata Internazionale della Poesia – 22 marzo: Giornata Mondiale dell’Acqua

Solo la conoscenza della realtà in cui viviamo con tutti i suoi problemi, a livello locale e globale, può contribuire alla formazione di cittadini responsabili, che, grazie alle conoscenze e alle competenze acquisite e ai propri valori, siano in grado di compiere delle scelte e di assumere dei comportamenti consapevoli che possano innescare, a loro volta, un processo di comprensione dei fenomeni nella loro globalità e un processo di cambiamento.

LE ATTIVITÀ DI QUESTO BIMESTRE

SCADENZA 28 MARZO 2022 ORE 17.00

Per la Scuola dell’Infanzia

Se potessimo inventare una città o un quartiere

Invitare i bambini a immaginare la città o il quartiere e a rappresentarli

Diversi ma Uguali

Partendo da una storia riflettiamo sulla convivenza

Uguali ma diversi

Partendo da una storia giochiamo sulla ricchezza della diversità

Storytelling sulla parità

Scegliamo una storia e rappresentiamola

Il nostro ritratto in pixel art

Facciamo il nostro ritratto

Programmiamo una città sostenibile

Impariamo a usare il coding

La biblioteca sostenibile

Scriviamo una recensione di un libro per arricchire la nostra Biblioteca Sostenibile

Per la Scuola Primaria

Celebriamo la Giornata Mondiale della Poesia

Diamo spazio alla creatività e alla fantasia dei bambini

Presentiamo il nostro territorio

Condividiamo i percorsi naturalistici o artistici del territorio

Se potessimo inventare una città o un quartiere

Invitare i bambini a immaginare la città o il quartiere e a rappresentarli

Il nostro ritratto in pixel art

Facciamo il nostro ritratto

La biblioteca sostenibile

Scriviamo una recensione di un libro per arricchire la nostra Biblioteca Sostenibile

Per la Scuola Secondaria di I grado

Capitale italiana della cultura 2024

Candidiamo la nostra città a Capitale della Cultura 2024

Il Premio Nobel

Conosciamo i Premi Nobel e raccontiamo la storia

Presentiamo il nostro territorio

Condividiamo i percorsi naturalistici o artistici del territorio

Calcoliamo la nostra impronta ecologica

Quali nostre azioni lasciano un’impronta sul nostro pianeta

Celebriamo la Giornata Mondiale della Poesia

Diamo spazio alla creatività e alla fantasia

La biblioteca sostenibile

Scriviamo una recensione di un libro per arricchire la nostra Biblioteca Sostenibile

Per la Scuola Secondaria di II grado

Capitale italiana della Cultura 2024

Candidiamo la nostra città a Capitale della Cultura 2024

Il Premio Nobel

Conosciamo i Premi Nobel e raccontiamo la storia

Presentiamo il nostro territorio

Condividiamo i percorsi naturalistici o artistici del territorio

Calcoliamo la nostra impronta ecologica

Quali nostre azioni lasciano un’impronta sul nostro pianeta

Celebriamo la Giornata Mondiale della Poesia

Diamo spazio alla creatività e alla fantasia

La biblioteca sostenibile

Scriviamo una recensione di un libro per arricchire la nostra Biblioteca Sostenibile

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Facebook
WhatsApp
Pinterest
LinkedIn

ARTICOLI CORRELATI

Contributi della Community

UGUALI MA DIVERSI

ATTIVITÀ PROPOSTA SU “UGUALI MA DIVERSI” Iniziate l’attività ponendo alcune domande ai bambini, ad esempio: – Cosa vuol dire diversità, uguaglianza, collaborazione, parità – Chi

LEGGI TUTTO »
Cultura antimafia

DIRECTOR’S SIGNATURES

OGGI 23 MAGGIO 2022 RICORRE IL 30° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DEL MAGISTRATO GIOVANNI, DELLA MOGLIE FRANCESCA MORVILLO E DEI TRE UOMINI DELLA SCORTA, ANTONIO MONTINARO,

LEGGI TUTTO »
Agenda 2030

ACTNOW

ACTNOW è la campagna delle Nazioni Unite per l’azione individuale sui cambiamenti climatici e la sostenibilità. Puoi scaricare l’APP per registrare le tue azioni e

LEGGI TUTTO »