Hackathon “HACK FOR THE PLANET
Sono aperte le iscrizioni

CITTÀ E COMUNITÀ SOSTENIBILI

Le classi 2B, 2C, 2G dell’Istituto Comprensivo R.L. Montalcini di Cernusco sul Naviglio, con la guida della Prof.ssa Stefania Sgaramella, hanno realizzato la video canzone “Entriamo in azione”, che ha vinto il “premio per la efficacia comunicativa”, per la categoria Scuola Secondaria di I grado, del Concorso “Call to action per la Sostenibilità”.

Come ha lavorato la classe

Questo progetto è stato un lavoro “a più mani, a più teste, a più occhi”.

A partire dal mese di gennaio 2021, ho cominciato a trattare il tema dalla plastica, affrontandolo sotto diversi aspetti. Essendo docente di tecnologia, partendo dall’etimologia della parola greca “plastikos”, con tutte le mie tre classi seconde, ci siamo addentrati nel tema partendo dagli aspetti storici e tecnologici di come si producono, si trasformano e si smaltiscono le materie plastiche, per poi avere le basi per affrontare il problema della plastica dal punto di vista ambientale e capire come mai un materiale che in poco più di mezzo secolo ha cambiato in modo sostanziale il nostro modo di vivere, sia diventato da materiale rivoluzionario a uno dei simboli più marcati dell’inquinamento. Abbiamo analizzato le nostre spazzature di casa, raccolto dati rispetto ai generi e volumi dei rifiuti all’interno delle nostre famiglie e imparato a creare grafici di varie tipologie per renderci conto materialmente e visivamente del problema che stavamo affrontando.

A questo proposito mi sono agganciata all’ Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, con i suoi obiettivi, soffermandomi in particolare sul concetto di sostenibilità e di economia virtuosa o circolare. A febbraio, l’occasione del concorso ci ha fatto proseguire la nostra strada approfondendo l’obiettivo 12 dell’Agenda 2030 e focalizzandoci maggiormente sulle azioni concrete da poter mettere in atto, per contribuire al benessere del pianeta e dell’umanità e far sì che i giovani diventino cittadini più consapevoli e con comportamenti sostenibili.

L’improvvisa chiusura della scuola e la DAD di marzo non ci ha fermato, anzi, abbiamo sfruttato il fatto di avere tutti un mezzo tecnologico per seguire le lezioni a distanza, per riempire lavagne collaborative e padlet di idee e riflessioni, in merito. In questa fase si è concretizzata l’idea di rispondere alla “Call to action”.

Purtroppo avendo tre seconde medie, non ho potuto scegliere una sola classe (l’idea di partecipare al concorso presentando un progetto, aveva suscitato molto interesse in tutte e tre le sezioni) e per superare le gelosie nate (per cui la prof avrebbe scelto una classe piuttosto che l’altra), ho pensato che avrei potuto far lavorare gli studenti a classi aperte, con un progetto in Dad in cui le “bolle anti-covid” venivano rispettate.

Nasce così la squadra “tuttiperunounopertutti”.

Il drive condiviso “calltoaction”, creato per l’occasione, ogni giorno si arricchiva di spunti, di materiali che ogni alunno trovava interessante da condividere con il gruppo su questo tema.

Il compito di ognuno era visionarlo prima di incontrarci virtualmente, per poterne poi insieme discutere, e dividersi nelle diverse breakout di lavoro di Meet.

I ragazzi di quest’età amano la musica e così nasce l’idea di creare una video canzone, un progetto un po’ ambizioso e complesso, ma che ha dato modo ad ognuno dei ragazzi di scegliere ruoli diversi, tutti ugualmente importanti e complementari per la riuscita del lavoro comune, sviluppando i propri interessi e inclinazioni.

Matitine di diverso colore, su un file collaborativo, hanno riempito quindi lo schema dei diversi ruoli e responsabilità che gli alunni hanno voluto prendersi.

Il percorso

La tematica: Sostenibilità: Agenda 2030 – obiettivo 12

Il problema: Come possiamo ridurre il consumo di plastica partendo dalle nostre azioni quotidiane?

La domanda: Qual è l’impronta ambientale del nostro consumo di plastica sull’intero pianeta?

Le domande guida

Che cos’è l’impronta ambientale?

L’economia circolare è oggi una possibile risposta al problema dell’eccessiva mole di rifiuti che la nostra società produce e dell’inquinamento che ne deriva?

Come finisce la plastica nell’ambiente e nei mari?

Cosa significa lo slogan “Plastic Free”?

Come funziona la filiera del recupero e riciclo della plastica nei diversi paesi?

È possibile un’educazione diversa di ciascuno di noi per dare una risposta a questo problema?

Le attività

La prima attività della tabella di marcia del gruppo degli alunni addetto è stata quella di raccogliere tutte le idee discusse nelle classi e scritte collaborativamente su un muro virtuale (padlet) e tradurle in un testo che fosse significativo ed esplicativo rispetto ai pensieri emersi.

Tutte le parole del testo hanno un significato che hanno “ricercato”, indagato e approfondito.

Giocando sulle “Ri…”, gli studenti hanno individuato le azioni che riconducevano alle possibili risposte che si erano dati. Sono partiti dalla “denuncia del problema”, per passare alle soluzioni e all’impegno personale e globale, del rispetto degli accordi legati all’Agenda 2030, in particolare dell’obiettivo 12. Definito il testo, con un dettagliato storyboard, hanno progettato a più mani e più teste disegni fisici, foto o disegni virtuali da creare, che esprimessero idee, proposte o concetti che andassero a completare il linguaggio verbale del testo.

Un lavoro che apparentemente poteva sembrare semplice come quello delle riprese video e registrazioni audio, ha trovato in realtà diversi ostacoli che li hanno fatti ritardare sulla tabella di marcia in quanto, a causa del Covid, non è stato possibile operare a scuola e i ragazzi autonomamente hanno registrato audio e video a casa con i cellulari personali.

I “montatori” quindi, avendo file audio e video tutti di tipo diverso (più di 200!), hanno dovuto trovare, con il supporto della sottoscritta (che non fa di lavoro il videomaker) strategie e risoluzioni che li hanno impegnati parecchio per superare il problema. Per questo lavoro hanno esplorato un mondo (che non riguarda il tema affrontato, ma la metodologia scelta), che solo superficialmente conoscevano e che non avevano previsto.

Le risorse

(Siti web, podcast, film, persone, strumenti, fonti, ecc. utilizzate) Ne riporto solo alcuni

Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (https://asvis.it/)

ONU – Agenda 2030 (https://unric.org/it/agenda-2030/). Pagina in italiano sugli obiettivi dell’Agenda 2030

Appello per gli “Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”- Emma Watson: https://www.youtube.com/watch?v=zPMnizMUl7c

https://aulascienze.scuola.zanichelli.it/2019/09/16/agenda-2030-perche-ci- riguarda/?_gl=1*4zsrvc*_ga*MTQzOTA0NDg5NC4xNjA1MDAzNzUw*_ga_FL8QBN8HHQ*MTYxM zg0Njk5Ny43LjEuMTYxMzg0NzI4MC4w

L’impronta ambientale: https://www.minambiente.it/pagina/impronta-ambientale

Come diventare cittadini consapevoli (video didattico) https://www.youtube.com/watch?v=GBemZPD2XA8&list=PLCQDy0MWWjvUiBlPMSaTDe20u2FV UfJGD&index=3

Film: “La storia delle cose” (https://www.youtube.com/watch?v=oktdSO_J3Vc) “A life on our planet” – di Sir Attenborough (Netflix – in inglese)

Registrazioni di alcuni workshop e alcuni approfondimenti riguardo al tema, presentati per le scuole alla fiera Didacta 2021

Dune di plastica – un disastro ambientale in Italia – pezzo di video registrato dalla televisione (programma in TV “le iene” del 9/4/2021)

“Dalla parte del Mare” https://www.youtube.com/watch?v=JE2UeXpIZUM  

Gli strumenti utilizzati e programmi

Personal computer, tablet, lavagnetta grafica

Google Workspace e le sue app per i Meet, le breakout e i lavori collaborativi (Google document, Google sheet, Jamboard)

Programma power point per le immagini e il montaggio video inseriti

Paint per i disegni virtuali

Wordart.com per il disegno con le parole

Audacity per il montaggio audio

Tavole da disegno per i disegni fisici

La produzione

Il risultato di questo progetto è una video canzone (in formato mp4) interamente autoprodotta, dalla base musicale, al testo elaborato sulla base di ciò che hanno voluto esprimere, ai disegni fisici e virtuali, agli audio e video che ciascuno ha dovuto registrare a casa propria, per rispettare le norme anti-Covid. Tutte le parole del testo hanno un significato che hanno “ricercato” e i disegni, sia fisici che virtuali, esprimono le loro idee e proposte a complemento del linguaggio verbale del testo.

Cosa ha imparato la classe e come

Attraverso questo compito autentico, questa occasione ha permesso agli alunni di raggiungere non solo diversi obiettivi curricolari che riguardano la tecnologia, l’educazione ambientale e l’educazione civica, ma anche importanti obiettivi educativi trasversali. Hanno incrementato notevolmente anche le loro competenze digitali, utilizzando programmi di uso comune e open source e constatando come con semplici mezzi si può arrivare a un prodotto che, anche se tecnicamente migliorabile, veicola ciò che si erano prefissati.

Hanno anche sviluppato le soft skills, soprattutto riguardo alla capacità di lavorare in team, la capacità di organizzare le attività, programmando una tabella di marcia, la capacità di comunicare pensieri, di problem solving e di sviluppo della creatività.

Concludo con una frase di Einstein, che è stata per me d’ispirazione e ritengo di grande valore poiché raccoglie in modo sintetico, ma molto profondo, ciò che penso che i ragazzi abbiano tratto da questa esperienza.

“La creatività non è altro che un’intelligenza che si diverte”.

Credo che sia stato proprio così: stimolando e arricchendo “le loro intelligenze” attraverso lo studio, l’approfondimento, la documentazione, le attività pratiche messe in atto, il gioco, gli alunni in questa esperienza sono così arrivati al risultato finale.

“Tuttiperunounopertutti” presenta così la video canzone collaborativa ”Entriamo in azione”.

Scarica il testo della video canzone!

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

ARTICOLI CORRELATI

Agenda 2030

VERSO LA TRANSIZIONE ECOLOGICA

Come riportato da ASVIS, l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile rappresenta “un piano d’azione per le persone, il Pianeta e la prosperità. È stata sottoscritta

LEGGI TUTTO »
Agenda 2030

RiqualificaMI

La classe 5D del Liceo Scientifico “A. Volta” di Milano, con la guida della Prof.ssa Eleonora Monico, ha realizzato il progetto “RiqualificaMI”, che ha vinto il “premio per

LEGGI TUTTO »
Agenda2030

VIDEO CANZONE “ENTRIAMO IN AZIONE”

Le classi 2B, 2C, 2G dell’Istituto Comprensivo R.L. Montalcini di Cernusco sul Naviglio, con la guida della Prof.ssa Stefania Sgaramella, hanno realizzato la video canzone

LEGGI TUTTO »